Progetto Semaforo Verde per CDA

06/11/2012

C.D.A., azienda socia di animaimpresa, ha avviato il progetto “Semaforo Verde“, ideato e curato da Obiettivo Lavoro, che si pone due importanti obiettivi: la riduzione delle emissioni di CO2 e politica di incentivazione del personale. Il progetto prevede un check up iniziale della flotta aziendale CDA, una analisi dei livelli correnti di consumo di carburante, la definizione dei margini di miglioramento a breve e medio termine, la formazione e l’affiancamento continuativo, il controllo e monitoraggio dei comportamenti dei singoli operatori e la consulenza per quanto concerne i benefit aziendali agli utenti più performanti.

“Questo progetto dimostra come sia possibile percorrere molta più strada a parità di costi, unicamente modificando e migliorando i comportamenti di guida – spiega Fabrizio Cattelan, CEO di CDA e promotore dell’iniziativa – Per un’azienda come la nostra, che fa del servizio e dell’assistenza ‘in loco’ degli operatori il valore aggiunto, migliorare le performance alla guida significa ottimizzare la produttività.” Non è questo l’unico elemento di interesse, come spiega Cattelan: “Grazie a ‘Semaforo Verde’ i nostri operatori, costantemente monitorati durante il progetto, non solo avranno una maggiore responsabilizzazione nel raggiungimento dell’obiettivo-risparmio, ma verranno anche premiati con un innovativo sistema di incentivazione. Chi più risparmia alla guida, maggiormente verrà premiato con bonus di tipo economico.”

Questa soluzione anti-crisi di CDA si inserisce fra le tante iniziative della società friulana nell’ambito della green economy e dell’etica d’impresa. In quest’ultimo ambito, va segnalato come a fine anno la società della famiglia Cattelan realizzerà per la prima volta il suo bilancio sociale, fattore comune alle grandi aziende ma certamente meno sviluppato nel contesto della piccola e media impresa.


Saf e Net insieme per spiegare il riciclo

05/11/2012

Sensibilizzare i cittadini verso le buone pratiche ambientali e incentivare la raccolta differenziata. È questo l’obiettivo dell’iniziativa che verrà avviata nei prossimi giorni nell’ambito di “Insieme per l’ambiente”, l’accordo siglato nei mesi scorsi da Net spa e Autoservizi Fvg Spa–Saf per promuovere, nella popolazione, alcune corrette abitudini di carattere ambientale. Il progetto prevede il posizionamento, nelle vetture di Autoservizi Fvg Spa–Saf impegnate nei tragitti extraurbani provinciali, in particolare nei 50 Comuni, escluso quello di Udine, gestiti da Net spa, di oltre 250 “pendenti” contenenti messaggi semplici e diretti sul corretto conferimento dei rifiuti.

«Abbiamo deciso – afferma il presidente di Net spa, Massimo Fuccaro – di utilizzare il linguaggio delle immagini, che ha un impatto immediato sulle persone, per trasmettere messaggi semplici ma importanti nell’ambito del corretto conferimento dei rifiuti, che sta alla base di una raccolta differenziata efficace. Si tratta solo di una delle iniziative attivate da Net spa nell’ambito dell’informazione della comunicazione con l’utente».

Due le tipologie di “pendenti” utilizzate: la prima riporta gli slogan “Oggi sono” da un lato, e “Domani sarò”, dall’altro, accompagnati dalle immagini di alcuni oggetti che, se conferiti correttamente, possono dare vita a nuovi manufatti (da bottiglia di plastica a maglione in pile, da vaschetta per alimenti in alluminio a caffettiera). La seconda serie di “pendenti” è caratterizzata invece dallo slogan “Se non mi vuoi…c’è ancora posto per me” da un lato con, dall’altro, l’immagine del centro di raccolta.

Messaggero Veneto, 12 novembre 2012


Investire in Cile per le aziende del FVG: adesso è il momento

30/10/2012

Con un PIL che negli ultimi 3 anni ha registrato una crescita media del 5%, il Cile è lo Stato dell’America Latina con l’economia più fiorente, servizi avanzati e una rete infrastrutturale moderna.

Il 14 novembre si discute delle opportunità di business per le aziende italiane in questo Paese grazie a Profila Export, il network di professionisti specializzato nello sviluppo d’impresa con sede a Tavagnacco (UD) diretto da Patricia Araya, imprenditrice di origini cilene. Un team di specialisti in tutte le attività di consulenza e di supporto in loco per chi intende investire e lavorare in Cile con la propria impresa.

Saranno presenti l’Ambasciatore del Cile in Italia Oscar Godoy Arcaya e il direttore generale del Consolato Generale del Cile Regina Rodriguez Covarrubias che presenterà la situazione economica cilena e quelle che sono le migliori opportunità di investimento per le aziende straniere.

Il sistema giuridico cileno lo rende uno dei paesi dell’America Latina più vicini all’Europa con regole chiare ma soprattutto con una burocrazia estremamente snella ed incentivante per gli investitori stranieri: il Cile costituisce infatti una piattaforma  per il libero scambio di merci con oltre 50 Paesi tra i quali USA, Canada, Brasile, Regno Unito, Russia, India, Giappone.

L’incontro è reso possibile dalla stretta sinergia tra Profila Export e ProChile, l’ente di sviluppo che promuove e sostiene la crescita economica del Cile favorendo l’avvio di joint-venture e new company da parte di imprese estere interessate a insediarsi in questo paese.

Presente all’incontro anche lo studio legale Rozzi Marin & Partners che, con sede in Italia e a Santiago in Cile, è specializzato nell’assistenza legale alle imprese con interessi all’estero in diritto civile, commerciale e internazionale (negoziazioni e accordi commerciali, investimenti all’estero, società commerciali, joint-ventures).

La partecipazione al convegno è gratuita. Per informazioni e iscrizioni 0432 295152, info@pro-fila.com

Comunicazione dai soci

La professione CSR in Italia

24/10/2012

Lunedì 22 ottobre 2012 presso la sede SAS di Milano si è tenuto l’incontro dedicato alla presentazione dello studio, realizzato da un team formato da CSR Manager Network ItaliaALTIS-Alta Scuola impresa e società e ISVI-Istituto per i Valori d’Impresa , che fotografa dettagliatamente il mondo dei manager, dei consulenti e dei collaboratori in Italia, che fanno della CSR il fulcro della loro attività lavorativa. La ricerca mette in luce lo sviluppo del settore negli ultimi anni, a seguito della crescente attenzione delle imprese ai temi sociali e ambientali, come dimostrano i 327 professionisti ad oggi censiti, contro i 90 del 2005.  Per quasi la metà sono laureati in economia con specializzazione in CSR, in prevalenza sono donne e con stipendi annui tra i 70000 e gli 80000 euro. Il percorso di crescita spesso è interno all’azienda, in questi casi il CSR manager proviene da una differente area di competenza, dalla comunicazione o dal marketing e dalle vendite, in ogni caso possiede una vasta esperienza. La maggior parte di essi lavora in imprese con più di 250 dipendenti, che si relazionano con un alto numero di stakeholder. Un secondo aspetto che si evince dai profili degli addetti ai lavori è che  da un mestiere svolto pressochè in solitudine, la ricerca mostra come il ruolo si sia evoluto strutturandosi in vere e proprie Unità organizzative con una media di 3-4 collaboratori di staff. Nel 55,4% dei casi lavora in una multinazionale e riporta in massima parte all’Amministratore Delegato o al Presidente. Circa un 13% proviene dal mondo non profit (che tocca il 50% nel caso dei collaboratori del Manager) che potrebbe diventare, accanto alle aziende di grandi dimensioni e alle funzioni economico-finanziarie, un possibile bacino di reclutamento futuro, per la capacità di trasferire in azienda sensibilità e competenze maturate in precedenza nella gestione di progetti sociali, magari all’estero o nel sud del mondo.

Leggi il seguito di questo post »


Per festeggiare i 25 anni, TECNEST organizza una visita aziendale dal proprio cliente Akrapovic

23/10/2012

Il prossimo 26 ottobre, Tecnest festeggerà il venticinquennale dell’azienda insieme a tutti i propri collaboratori con una giornata speciale che unirà un momento formativo-culturale a un’occasione di festa tutti assieme.

Tutti i dipendenti Tecnest si recheranno infatti in Slovenia dove avranno l’occasione di visitare lo stabilimento del proprio cliente AKRAPOVIC, importante azienda multinazionale del settore Automotive produttrice di impianti di scarico per auto e moto da corsa dei più prestigiosi marchi internazionali.

L’idea di unire un momento di festa a una visita presso lo stabilimento di un cliente è stata promossa dalla Direzione Tecnest, anche a seguito del successo della precedente iniziativa svolta a giugno 2011, con l’obiettivo di far conoscere a tutti i collaboratori un esempio di realtà industriale in cui Tecnest ha fornito delle soluzioni di successo per l’ottimizzazione e la pianificazione della produzione.

Nel caso specifico di Akrapovič ,  verrà illustrato il progetto di schedulazione della produzione realizzato da Tecnest attraverso una  soluzione in grado di massimizzare la cadenza delle linee a partire dal reparto Engineering.

Durante la visita verrà spiegato come i consulenti Tecnest hanno analizzato e risolto tale problematica di schedulazione della produzione attraverso l’ausilio della soluzione software J-Flex PwE di Tecnest.

Si tratta di un’iniziativa di grande interesse per tutti i collaboratori Tecnest in quanto permette a tutti, anche a chi non ha lavorato direttamente sul progetto, di entrare in contatto con una realtà aziendale di riferimento a livello mondiale e di toccare con mano i risultati di un intenso lavoro di analisi e revisione dei processi aziendali da un lato, e di sviluppo e implementazione di soluzioni software dall’altro.

Dopo l’incontro in azienda, la giornata si concluderà con una visita alla città di Lubiana e con una cena al Castello per festeggiare i 25 anni della Tecnest. Un traguardo importante per un’azienda che da sempre unisce competenze tecniche e gestionali a un’attenzione agli aspetti culturali e formativi come espresso dal proprio claim “Cultura e Soluzioni”.


Banca di Cividale premiata per l’innovativo progetto “CIVIBANCA’

15/10/2012

La Banca di Cividale, oltre ad essere stata premiata a livello nazionale quale ‘Banca Territoriale dell’anno 2012’, ha ricevuto dall’Associazione Italiana Financial Innovation il primo premio “Banca e Territorio 2012 – categoria iniziative sociali’ per l’innovativo Progetto Civibanca”che ha come obiettivo la valorizzazione del territorio di riferimento con la partecipazione attiva delle associazioni locali. 

Il dott. Roberto Cassina, responsabile Servizio Mercati del Gruppo Banca Popolare di Cividale, riceve il Premio ‘Banca Territoriale dell’anno’ dal dott.Sergio Spaccavento, presidente AIFin.

Il Gruppo Banca Popolare di Cividale da sempre contribuisce allo sviluppo sostenibile del territorio, dando il proprio sostegno ad associazioni ed enti che operano a favore dello sviluppo sociale e culturale della comunità e proprio nel rispetto dei valori ispiratori e del principio di responsabilità sociale del Gruppo, ha dato vita al Progetto Civibanca.

Durante lo scorso esercizio, considerando i contributi per interventi a carattere sociale e l’investimento in attività promozionale, il sostegno finanziario complessivo, rappresentativo dell’impegno sociale sul territorio del Gruppo bancario, è stato di oltre 1,3 milioni di euro configurandosi come un vero e proprio dividendo sociale.

Leggi il seguito di questo post »


Convegno all’Agemont con la presenza di Samuele Giacometti

09/10/2012

Clicca sull’immagine per ingrandire.


Arriva Wiser, il social network per fan della sostenibilità

08/10/2012

Nella sfera sempre più ampia e specializzata dei social network, mancava un contenitore utile a connettere progetti, segnalazioni, idee e suggerimenti esclusivamente legati al “pianeta” green. Uno strumento per mettere in contatto addetti ai lavori, appassionati e semplici cittadini, tutti interessati ad una delle questioni cruciali del nostro tempo, la sostenibilità ambientale. Pensiamo ai cambiamenti climatici, allo spreco delle risorse idriche, alla giustizia sociale, al rispetto degli animali e dei diritti umani.

Ecco allora che l’associazione statunitense WiserEarth ha dato forma nei mesi scorsi a Wiser.org, un Facebook specifico per le questioni verdi, che oggi conta quasi 72.000 iscritti nel mondo. Una famiglia globale e interraziale, in costante espansione. Pochi rispetto ai milioni di utenti ‘generici’ di Twitter e compagnia ma sicuramente una nicchia motivata e iperselezionata.

Continua a leggere


‘Stakeholder engagement’, il successo aziendale richiede coinvolgimento

05/10/2012

“Chi fa da sè non fa per tre”. Ovvero: il successo aziendale passa per il coinvolgimento di tutti gli attori (stakeholder) che ruotano attorno all’impresa: investitori, dipendenti, comunità locali, fornitori, clienti. E questo vale tanto per progettare l’ecosupermercato del futuro, come ha fatto Coop Adriatica, quanto per le politiche di Socially Responsible Investments (Rsi) di Pirelli.

Sono solo due esempi di aziende che si sono votate allo “stakeholder engagement”, cioè “il modo con cui le imprese coinvolgono i propri interlocutori, dai dipendenti a quelli esterni, al fine di prendere decisioni che generino benefici per l’impresa e gli interlocutori”, spiega all’Adnkronos Mario Molteni, direttore del Csr Manager Network che oggi tiene a Milano tiene un seminario sull’argomento. Dagli anni ’80 ad oggi lo stakeholder engagement ne ha fatta di strada, e se all’inizio si concentrava sulle tematiche ambientali a livello locale, oggi vengono coinvolti anche gli aspetti sociali ed economici.

Continua a leggere


Bosco-legno: aspetti economici e sociali

28/09/2012

Venerdì 5 ottobre 2012 alle ore 17.00 presso la Sala multimediale di Agemont di Amaro (UD) si svolgerà il seminario “BOSCO-LEGNO: ASPETTI ECONOMICI E SOCIALI” con l’obiettivo di confrontarsi sullo stato attuale e sulle prospettive future del settore forestale e del legno.

I principali soggetti e i portatori di interesse forniranno una panoramica a 360° partendo dagli aspetti economici ed ambientali per arrivare a quelli formativi e sociali, al fine di stimolare la partecipazione ed aprire il dibattito.

Tra i relatori sarà presente anche Samuele Giacometti che presenterà il progetto SaDiLegno di cui abbiamo parlato in questi post.

Scarica il programma