«Banche, per l’80% la Csr è un asset»

In vista del FORUM CSR , avviato oggi a Roma, è stato intervistato il Presidente dell’ABI Giovanni Sabatini il quale conferma una crescente attenzione nei confronti della CSR da parte degli istituti di credito : quasi l’80% del sistema bancario pubblica un rendiconto di sostenibilità, una percentuale che continua a crescere da qualche anno a questa parte.

Riportiamo di seguito l’intervista realizzata da Eticanews.

Come si combina la crisi finanziaria attuale con le tematiche Csr? E come si stanno comportando le banche rispetto alle tematiche di responsabilità sociale d’impresa?

Se si considera che l’80% del sistema, quindi la quasi totalità dell’industria bancaria, continua a formalizzare l’impegno di Csr, il mondo creditizio si conferma attore di primo piano nelle politiche della sostenibilità. Questo nonostante le difficoltà derivate dalla crisi. L’impegno consistente delle banche è la testimonianza della seria volontà di contribuire allo sviluppo della responsabilità sociale d’impresa e quindi di un mercato più equo e sostenibile, pur entro i limiti imposti al sistema bancario dalla norme, dai vincoli organizzativi e dalla generale contrazione di risorse che caratterizza questa fase.

Ritiene che si sia passati, per quanto riguarda la Csr, da variabile di pura immagine a variabile di business?

Tra le banche cresce la consapevolezza che la responsabilità d’impresa è parte integrante dell’attività e come tale può portare reale beneficio: per stare meglio sul mercato, per sviluppare il business, per rendere patrimonio il brand e le conoscenze. Siamo convinti che integrare i temi della sostenibilità economica, ambientale e sociale nelle politiche pubbliche, nelle strategie e nelle attività aziendali, e nella società civile in generale, può portare beneficio alla collettività.

Un’associazione di categoria quali strumenti ha a disposizione per promuovere e sostenere posizioni che possono anche apparire anti-economiche?

L’Abi contribuisce all’evoluzione della responsabilità sociale d’impresa per promuoverne la sua concreta applicazione e integrazione nella tipica attività bancaria, raggiungendo risultati importanti. Basti pensare che il Forum Csr è quest’anno alla settima edizione e questo non sarebbe stato possibile senza il supporto dei nostri associati. Il sistema bancario è convinto che la sostenibilità possa contribuire alla tenuta del tessuto economico e sociale del Paese, favorire la fiducia nel mercato e l’accelerazione della ripresa dalla crisi. Nello specifico, in sede Abi sono attivi diversi presidi sulla responsabilità sociale d’impresa: il Comitato tecnico banche e attività sociali, il gruppo di lavoro sulla sostenibilità, quello sull’integrazione delle informazioni extra finanziarie nella valutazione qualitativa delle imprese, sull’inclusione finanziaria e sociale e relazione banche-migranti, e sugli investimenti sostenibili.

Le banche possono essere finanziatori della sostenibilità?

Non solo finanziatori, ma anche promotori di politiche economiche volte alla sostenibilità. Un esempio su tutti, l’attenzione delle banche nei confronti dell’ambiente e per favorire comportamenti ecosostenibili dentro e fuori l’azienda: stando alle nostre ultime rilevazioni, un numero di banche pari al  74% del totale attivo di sistema, offre prodotti finanziari per i cambiamenti climatici; il 61,7% del sistema ha ottenuto certificazioni etico-ambientali. Più in generale, le banche di concerto con le imprese e le istituzioni stanno sviluppando attività per diffondere la Csr tra le organizzazioni: a riguardo ricordo il protocollo firmato l’anno scorso sempre in occasione del Forum per promuovere l’integrazione della sostenibilità nel business anche attraverso l’utilizzo volontario di indicatori ambientali, sociali e di governance. Da quest’anno inizia la fase della sperimentazione per verificare se e come le informazioni extra-finanziarie identificate possano essere utilizzate come ulteriori elementi qualitativi che consentono di favorire la relazione tra banca e impresa.

La sostenibilità è una questione chiave del bilancio delle banche?

Le banche italiane si caratterizzano per essere molto attive in tema di reporting: il 77,7% del totale attivo di sistema pubblica un rendiconto di sostenibilità (nel 2005 quasi il 72%, nel 2009 il 75,3%). Si è consolidata anche la prassi di allegare e distribuire il rendiconto sociale insieme con il bilancio d’esercizio per il 71,1% del totale attivo di sistema. Se la sostenibilità diventa parte integrante del business dell’impresa, infatti, la comunicazione delle attività delle organizzazioni si fa “integrata”. Comunicazione integrata vuole dire un nuovo modo di raccontare i risultati globali di un’impresa, i suoi impatti sul mercato e sui rispettivi interlocutori, le connessioni tra profittabilità e sostenibilità, in una logica di sempre maggiore trasparenza.

Cosa si aspetta dal Forum 2012?

Il Forum Csr è divenuto negli anni uno dei più significativi appuntamenti in ambito finanziario sulla responsabilità sociale. Questo grande evento annuale ha lo scopo di fotografare lo stato dell’arte e di esplorarne le possibili evoluzioni future. L’obiettivo è di fornire agli associati e alle imprese interessate indicazioni di scenario utili a integrare nel proprio business la responsabilità sociale, anche attraverso partnership innovative e una concreta condivisione delle conoscenze ed esperienze dei protagonisti nazionali e internazionali. Questo mi aspetto: che il Forum si confermi per quello che è.

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: