“Bilanciati in azienda e nella vita privata”: grande successo del seminario Tecnest in Abbazia di Rosazzo

Oltre 100 persone tra imprenditori, manager, consulenti e liberi professionisti si sono riuniti presso l’Abbazia di Rosazzo per prendere parte al seminario “Bilanciati in azienda e nella vita privata: trovare l’equilibrio personale con le Balanced Score-card for Work-life“, promosso da Tecnest, azienda specializzata nella fornitura di soluzioni software per la gestione dei processi di produzione e della Supply Chain, con il patrocinio di Confindustria Udine e organizzato in collaborazione con i partner Animaimpresa e Solidarietà Trieste Onlus, associazioni impegnate sul territorio regionale nella diffusione dei principi dello Sviluppo Sostenibilee della Responsabilità Sociale d’Impresa, ed Everywhere, progetto interaziendale per la logistica integrata che coinvolge le società Tecnest, Overlog e Beantech.

Questo slideshow richiede JavaScript.

L’evento ha visto la presenza di due relatori d’eccezione come Massimo Folador, Direttore dell’Unità di Studi sull’E.T.I.C.A. – LIUC di Castellanza, già protagonista dell’incontro “L’Organizzazione Perfetta — La regola di San Benedetto” sempre organizzato da Tecnest nel 2008 e Roberto Fridel, Coordinatore del gruppo “Il talento individuale” – LIUC e titolare della società di consulenza RFr Consult di Lugano, i cui interventi si sono susseguiti in un’interessante mattinata dedicata a fornire spunti di riflessione e strumenti metodologici sul tema dell’Equilibrio tra lavoro e vita privata.

Un tema quanto mai sentito ed attuale, come ha sottolineato Massimiliano Zamò, Vicepresidente del Gruppo Giovani Imprenditori di Confidustria Udine, che ha portato i saluti di Confindustria e ha posto l’accento sull’importanza delle relazioni interpersonali e della persona all’interno delle organizzazioni: “Con l’avvento delle nuove tecnologie molti erroneamente pensavano di poter smaterializzare tutto, comprese le relazioni. In un contesto economico come quello attuale è emerso quanto le relazioni interpersonali siano fondamentali. Per uscire dalla crisi, bisogna riportare l’uomo e la persona al centro dei nostri pensieri si quando pensiamo a un nuovo prodotto o servizio da offrire sia quando pensiamo a come riorganizzare le nostre imprese”.

Il concetto di centralità della persona è stato sottolineato anche da Massimo Folador che si è soffermato sul concetto di Bene comune e di talento organizzativo, sottolineando l’importanza della motivazione personale, quale principale energia vitale e motore di un’organizzazione, soprattutto in una situazione di “mare in burrasca” come quella attuale. Ed è proprio la persona e la motivazione del singolo all’interno dell’organizzazione che porta a riflettere sulla necessità di trovare un equilibrio nella propria vita, gestendo il tempo a disposizione non solo in ottica puramente ingegneristica ma soprattutto dandogli un senso, trasformando, per utilizzare i termini degli antichi greci, il “Kronos”, il tempo cronologico,  in “Kairos”, il tempo propizio.

La parola è poi passata a Roberto Fridel che ha presentato l’innovativo strumento delle Balanced Scorecard for Work-Life (BSC4WL), una metodologia di perfezionamento individuale da lui stesso sviluppata a supporto della gestione dell’equilibrio tra lavoro e vita privata.

Il resto della mattinata è trascorso in un susseguirsi di esercitazioni pratiche, spunti di riflessione e momenti di confronto proposti dai due relatori, che hanno permesso ai presenti di riflettere, attraverso una metodologia strutturata, sulla propria vision personale, sui propri valori e sulle diverse dimensioni e attori che influiscono nella propria vita.

Il seminario si è concluso con due percorsi di visita e scoperta dell’Abbazia e della sua antica cantina, che hanno contribuito a rendere l’evento un’occasione per trascorrere un sabato mattina diverso dal solito, dedicato a una migliore comprensione e armonizzazione dei propri valori, in un luogo dal sapore antico, sospeso tra passato e futuro.

Un evento di successo all’insegna della cultura, che, come ha sottolineato Fabio Pettarin, Presidente di Tecnest, rappresenta uno dei pilastri dell’azienda, e che si colloca all’interno del più ampio progetto denominato “Tecnest Square” , una “piazza virtuale” con un calendario strutturato di eventi con l’obiettivo di favorire l’incontro e il confronto su diversi filoni tematiche.

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: