Bollino rosa alle aziende virtuose delle Provincia di Udine

“BOLLINO ROSA” per le aziende che gestiscono in modo innovativo la maternità

Un bollino “rosa” per le imprese che s’impegnano a sperimentare forme innovative di flessibilità e di gestione delle maternità. Lo ha istituito recentemente la Provincia di Udine su proposta della Commissione provinciale alle pari opportunità (presieduta da Donata Cantone) e della consigliera di parità Elisabetta Basso, idea accolta favorevolmente dall’assessore provinciale alle pari opportunità Elena Lizzi e dalla Giunta.

«L’idea del premio che è un attestato di parità di genere – spiega Donata Cantone – nasce da un più ampio progetto di ricerca denominato “Tempi moderni – Per una nuova tutela della maternità” avviato dalla Commissione provinciale alle pari opportunità alcuni anni fa e sul quale sono giunti apprezzamenti dalla consigliera nazionale di parità. Analisi che ha condotto a identificare le buone prassi in tutta Europa sulla conciliazione dei tempi di lavoro con i tempi cura e a pubblicare una guida per genitori e aziende, sull’utilizzo dei congedi parentali. Questo premio – aggiunge Cantone – completa il panorama delle attività poste in essere dando risalto alle aziende
virtuose».

«L’iniziativa rivolta alle imprese – spiega l’assessore Lizzi – nasce dalla volontà di orientare il mondo produttivo a percepire l’evento-maternità non più come un costo ma come un’opportunità di innovazione organizzativa, con ricadute positive sia per l’impresa sia per la madre lavoratrice. Una ricerca condotta dalla Commissione provinciale pari opportunità ha confermato la tendenza delle aziende, in particolare quelle medio-piccole, – aggiunge Lizzi – a percepire la maternità delle dipendenti come un problema. Si evidenziano criticità di tipo gestionale ma anche culturale che denotano uno scarso orientamento a modelli “family friendly” ovvero che sistemi possano favorire la conciliazione dei tempi di lavori con quelli della famiglia». Buone prassi realizzate in Europa e in Italia e analizzate nell’ambito della ricerca, dimostrano che esistono strategie e strumenti in grado di favorire un cambiamento nella cultura e quindi nei modelli organizzativi.

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: