III Giornata Wojtyla

Sabato 5 giugno a Tolmezzo si è svolta la III Giornata Wojtyla. Dopo le prime due Giornate, svoltesi nel mese di maggio del 2008 e del 2009, rispettivamente a Penne (Pescara) e a Latina, per la Terza Giornata l’UCID nazionale ha pensato al Nord-Est, in particolare al Friuli, terra di antiche tradizioni cristiane e di persone conosciute per la loro grande laboriosità.

La Terza Giornata Wojtyla si svolge in Carnia ed è dedicata al tema molto sentito dello sviluppo dei territori montani, alla luce dei valori cristiani della solidarietà e della sussidiarietà per la costruzione del bene comune. Il titolo: “Tutela e sviluppo del territorio montano: imprese, banche e comunità al servizio del bene comune”

Nello spirito della valorizzazione del ruolo dei Gruppi Regionali dell’Ucid, come fattori trainanti di sviluppo dell’Ucid e della diffusione dei valori del Vangelo e della Dottrina Sociale della Chiesa sul territorio, è stato così organizzato un Convegno assieme al Gruppo Friuli Venezia Giulia posto quale momento di discussione e di dibattito a livello locale sulla coscienza imprenditoriale nella costruzione del bene comune, soprattutto con riferimento alla “buone pratiche” imprenditoriali nello spirito della testimonianza dei valori cristiani. Sono stati proposti degli esempi concreti, da portare a conoscenza di tutti, di come sia possibile coniugare positivamente le esigenze dell’efficienza economica e produttiva dell’impresa e lo sviluppo del territorio. In questi casi l’impresa viene vissuta come una comunità di persone in cui l’autorità è esercitata come servizio per la costruzione del bene comune, con carità e disponibilità. Le persone che lavorano in azienda e le loro famiglie vengono poste al primo posto. Quindi più famiglia e più impresa per rafforzare il tessuto connettivo del territorio. Uno dei pilastri portanti di questo modello è la formazione del capitale umano, indispensabile per offrire prodotti di alta qualità e di eccellenza.

Questo slideshow richiede JavaScript.

Dopo i rituali saluti dei rappresentanti e delle autorità locali, il coordinatore Alessandro Crespi ha avviato una tavola rotonda con i 5 imprenditori che si sono distinti nella gestione etica dell’organizzazione del lavoro. A Sara Saturno, Antonio Maria Bardelli, Alessandro Pierobon, Carlo Micignat, Martina Felice sono state rivolte le domande del Segretario Nazionale dell’UCID, Giovanni Scanagatta. A margine delle relazioni sono stati consegnati gli attestati di benemerenza ai cinque imprenditori con le seguenti motivazioni:

Antonio Maria Bardelli CENTRO COMMERCIALE CITTA’ FIERA Che ha onorato l’appartenenza all’UCID per aver saputo coniugare spirito imprenditoriale, capacità organizzative e di iniziativa, profonda sensibilità verso gli altri, nelle molteplici attività progettate, realizzate e vissute nel vero senso del dono e nella prospettiva di creazione di bene comune.

 Carlo Leonardo Mucignat FOSAM S.p.a. Che ha onorato l’appartenenza all’UCID per aver saputo tradurre in ogni sviluppo della attività imprenditoriale valori fondanti quali il rispetto verso il prossimo, il senso della legalità, la cura nella formazione e nella educazione, il coinvolgimento degli addetti, la capacità di ascolto e l’importanza della famiglia.  Per aver saputo innovare con grande spirito creativo, vigilando che i prodotti dell’impresa fossero realizzati nel rispetto dell’uomo, dell’ambiente e delle risorse.

 Famiglie Saturno e Maizan EDILPONT S.r.l. Per la cura, lo spirito di iniziativa, il senso di appartenenza, la fierezza del ruolo sociale oltre che imprenditoriale vissuti all’interno di una attività sempre alla ricerca di innovazione e di sviluppo. Per la sensibilità dimostrata nella accoglienza, formazione e inserimento di giovani nell’attività lavorativa.

 Alessandro Pierobon e Sergio Ianco CITTA’SOLIDALE Per la feconda intuizione che l’autentica valorizzazione di persone in condizioni di svantaggio sociale dovesse passare attraverso un inserimento in attività lavorative. Per aver tradotto in attività imprenditoriale una cooperativa di solidarietà proponendola sul mercato in termini di efficienza, competitività ma anche come realtà capace di coesione e di ottime relazioni umane.

 Martina Felice e Massimiliano Zenzero MARMAX S.r.l. Che hanno onorato l’appartenenza all’UCID per aver saputo tradurre sogni, aspettative, passioni e competenze in una impresa fortemente innovativa e tecnologicamente all’avanguardia, capace di generare sviluppo anche in realtà imprenditoriali diverse e alla ricerca di nuovi prodotti. Per aver difeso e testimoniato con la loro giovane intraprendenza le radici culturali, sociali ed economiche del territorio montano di appartenenza.

Ha fatto seguito una tavola rotonda coordinata da Giampaolo Centrone, presidente UCID Gruppo FVG, in cui Mons. Bruno Andrea Mazzuccato (arcivescovo di Udine) ha esplicitato con chiarezza e completezza la complessità e specificità della realtà montana del Friuli conosciuta nelle visite pastorali dei suoi primi 8 mesi di guida pastorale della diocesi. Il Vescovo ha fatto riferimento alla necessità di criteri nuovi cui far riferimento mirando a progredire in uno sviluppo integrale che prevede la salvezza della montagna a beneficio di tutta la regione ed in cui le chiese, anche da un punto di vista territoriale, danno realmente voce alla montagna. Hanno fatto seguito gli interventi di Mario Gollino, di Andrea Ghedina, di Alberto Bergher, presidente UCID-Bolzano che ha proposto una giornata di studio per confrontare le realtà montane friulane con quelle alto-atesine, e la prolusione finale del presidente nazionale Angelo Ferro.

2 risposte a III Giornata Wojtyla

  1. Jaio scrive:

    Non capisco proprio cosa un papa ci venga a fare nel businnes e come questi meeting possano esistere. Certo che dappertutto si organizzano delle riunioni chiamate in ogni maniera ed in ogni lingua per far credere che sia importante sia alla moglie che crede che tu sia via per lavoro, sia al fisco al quale puoi sottomettere la nota delle spese, ma questa con il papa in mezzo non puó succedere che in Italia. Seppoi succede in Friuli, questo ci dimostra quanto si sia ancora arretrati col pensiero e la mentalità per credere che ció che é giusto, vero, buono, bello, sano,ecologico e via via, se non ha la benedizione della chiesa non puó esistere. Un papa che ha fatto santi tutti i fascisti e simpatizzanti fascisti che ha potuto come per dire alla povera gente che se muore trucidata é perché lo merita, come puó essere ancora ispiratore perfino di queste cose?
    Ma…Misteri friulani!
    Si capisce subito che i premiati sono quelli cha hanno fatto più donazioni alla chiesa. Chessia per andare in paradiso o per mantenere un sostenitore , decidete voi.
    Capirei che per aver buona coscienza, uno, invece di dare un euro a un povero lo dia alla chiesa per avere un alleato ma non capisco come queste commedie possano
    esistere e come uomini d’affari con merito si possano prestare a fare da manichini, da marionette, in questi teatrini di scuola elementare.Altre donazioni suppongo siano state fatte i giorni seguenti in modo che gli osservatori inporporati o no, seduti la per caso, abbiano servito a qualcosa.
    Davvero, di che far paura a qualsiasi impresa straniera di investire in Friuli! Ma almeno ne possono ridere!

  2. Annamaria scrive:

    Mi dispiace ma non sono d’accordo con le sue parole anche se comunque rispetto il suo punto di vista.

    La Giornata Wojtyla ha rappresentato un momento molto importante per i partecipanti ed ha permesso di far conoscere alcune realtà della nostra regione che si sono distinte per l’attività svolta nel rispetto del Bene Comune e non per le elargizioni donate alla Chiesa.

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: